lunedì 14 maggio 2012

A cucina e mammà compie un anno...pasta con le melanzane

Oggi " A cucina e mammà " compie un anno. Ricordo che nel 1° post scrissi " Credo che non vi sia cosa più bella e gratificante che prendere tante cose che la natura ci offre, metterle insieme per preparare del cibo e offrirlo ai tuoi cari, agli amici e anche a degli sconosciute leggere nei loro occhi il piacere, la soddisfazione e, a volte, una piacevole sorpresa. " Ebbene a distanza di un anno mi piace ripetere ancora una volta questa frase. Oggi, con mio grande rammarico, non ho più tante occasioni per " imbandire " la mia tavola e condividere con parenti ed amici il cibo che con tanto amore preparo, ma vi assicuro che, quando ne ho l'opportunità, mi sento l'uomo più felice della terra!
Attraverso il blog ho, però, la possibilità di accogliere alla mia tavola virtuale tutti coloro che, da ogni angolo della terra, vogliono onorarmi della loro visita e sedersi a tavola con me. Ogni tanto, nell'intrattenere i miei ospiti virtuali, spiegando loro  come ho preparato una determinata pietanza, mi rifaccio anche alle sue origini e ne approfitto per parlare un po della mia terra, della sua storia, delle sue tradizioni millenarie perché credo che il cibo sia un elemento di forte identità culturale così come la lingua, i costumi, la religione.
Mi va di ricordare che questa non è la tavola di un grande ristorante, quindi non aspettatevi piatti da " nouvelle cuisine ", dai nomi altisonanti ( nulla contro questo movimento e sulla sua validità, per carità ) perché non rientrano nello spirito che anima il blog. Già il nome del blog da un idea precisa dei suoi contenuti . Troverete dei piatti che si rifanno alle nostre radici, alle nostre tradizioni che, pur nella loro diversità, hanno tanti punti in comune, piatti che nella loro semplicità, perché spesso si rifanno alla cucina povera di un tempo, non hanno nulla da invidiare alla cosiddetta " alta cucina ".
Vorrei quindi ringraziare tutti coloro che ogni giorno mi fanno visita e mi regalano un attimo di gioia con il loro passaggio sia lasciando un commento che no. Lo so quella dei commenti è una nota dolente perché non ne ricevo molti, ma so che per molti versi è colpa della mia assenza sui blog che seguo con maggiore attenzione. Mi scuso per questo con tutti voi ma riconosco di non essere un gran diplomatico ma mi riprometto di migliorare questa mancanza.



Veniamo alla ricetta di oggi. Esempio di quelle tradizioni che, nella loro diversità, hanno tanto in comune.
La pasta con le melanzane è un piatto tipico della cucina siciliana ma è praticamente preparato in tuta Italia, specialmente al sud. Questa è una versione più veloce della classica, perché non prevede il passaggio nel forno.

Ingredienti per 4
penne o mezzanelli o altro tipo di pasta corta che preferite  350 gr
melanzane grandi  3
pomodorini  300 gr
mozzarella 200 gr
aglio  uno spicchio
basilico
olio EVO qb
olio di arachidi per frittura
sale qb
Parmigiano grattugiato

Procedimento

Lavate ed asciugate le melanzane,  Tagliatele a tocchetti lunghi 3/4 cm e friggetele in olio d'arachidi. Toglietele quando saranno ben dorate. In una padella mettete poco olio EVO ed uno spicchio d'aglio.Quando sarà dorato aggiungete i pomodorini e fateli cuocere per una decina di minuti. Portate l'acqua a bollore, e calate la pasta. Aggiungete le melanzane fritte al sughetto di pomodorini, salate e fate cuocere per 5 minuti. Scolate la pasta al dente e versatele nella padella con le melanzane, aggiungete la mozzarella a dadini, basilico spezzettato e fate saltare per qualche minuto. Impiattate aggiungendo una spolverata di parmigiano grattugiato e decorate con qualche foglia di basilico.

10 commenti:

  1. auguri al mio zio chef e al suo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie nipotina !!!! ti sei guadagnata un vassoio pieno di graffe e bomboloni ripieni di nutella!!! ( a giugno però....giusto?? )
      Un bacio!

      Elimina
  2. Tanti auguri alla tua creatura, i piatti sono sempre bellissimi, gustosi, ben spiegati e che ricordano la grande tradizione della nostra bella città! Complimenti e tanti tanti auguri :-)

    RispondiElimina
  3. .......... piatti che nella loro semplicità, perché spesso si rifanno alla cucina povera di un tempo, non hanno nulla da invidiare alla cosiddetta " alta cucina
    Auguri e complimenti Roberto

    RispondiElimina
  4. Auguri Roberto...e che bel piatto che ci hai preparato...complimenti!!!

    RispondiElimina
  5. Un piatto che rispecchia la tua bellissima terra, ricco di colori e sapori, un incanto!

    RispondiElimina
  6. Assolutamente BLOG DI FIDUCIA!!!
    Ho dato una veloce lettura alle tue ricette:
    tutte eseguite come tradizione comanda!
    Grazie!
    Tornerò quotidianamente,per imparare o per fugare qualche dubbio.
    Buon lavoro in cucina!

    RispondiElimina